Lifelong Learning Programme

This project has been funded with support from the European Commission.
This material reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein

Also available in:

"I Am Not Scared" Project

Homepage > Database > Publication List

Database

TITLE OF DOCUMENT:

Figure di supporto alla famiglia e alla scuola: un riconoscimento immediato del problema.

NAME OF AUTHOR(S):

Mele G.(a cura di)

NAME OF PUBLISHER:

Annali della Pubblica Istruzione

LANGUAGE OF DOCUMENT:

Italian

LANGUAGE OF THE REVIEW:

Italian

KEYWORDS:

Il pediatra di famiglia - diagnosi - programma di prevenzione - abuso - linee guida

DOCUMENT TYPOLOGY:

Report

TARGET GROUP OF PUBLICATION:

Parents, Teachers, School Directors, medici.

SIZE OF THE PUBLICATION:

1 - 20 pages

DESCRIPTION OF CONTENTS:

In questo articolo si parla del fatto che per avere successo sui giovani occorra considerare tre componenti fondamentali, la scuola, la pediatria di famiglia e la famiglia stessa. Queste tre istituzioni talvolta pur avendo lo stesso scopo seguono strade differenti. E’ bene però che tutte ruotino nello stesso senso, soprattutto scuole e pediatri affinchè tra le linee portanti della prevenzione non sorgano poi contrasti e divergenze e, qualora questo succeda, possano essere risolti prima dell’inizio di ogni campagna di comunicazione sociale. Si ritiene pertanto fondamentale creare un progetto di integrazione funzionale tra scuola che ha il compito di far formazione e il pediatra che è resposabile delle cure globali del bambino, che significa diagnosi, cura e prevenzione. L’atteggiamento e il comportamento del pediatra influenzano notevolmente le scelte sanitarie della famiglia in ordine anche al sistema educativo. Pertanto al pediatra può essere affidata l’effettuazione degli accertamenti, con conseguente riconoscimento immediato di eventuali abusi sul bambino.

REVIEWER’S COMMENTS ON THE DOCUMENT:

Questo articolo è significativo per l’enfasi che viene data al ruolo del pediatra di famiglia, il quale deve lavorare in sintonia con la scuola e la famiglia. Come dice Giuseppe Mele il pediatra “ricopre un ruolo di supporto alla famiglia e alla scuola in quanto è in grado di riconoscere immediatamente il problema ed eventuali abusi sul bambino”. Per tutti gli operatori sanitari è previsto un periodo impegnativo di duro lavoro che verrà affiancato dal rispetto di altri punti fondamentali tra cui un calendario di momenti annuali di incontro tra i tre attori principali, la condivisione delle stesse modalità formative e di aggiornamento periodico, (aspetto fondamentale perché i referenti scolastici e il pediatra di famiglia devono lavorare assieme per evitare contrasti e sovrapposizioni), la verifica dei requisiti dell’ambulatorio/ospedale, attrezzature e presidi di pronto intervento e la dotazione di linee guida specifiche e il rispetto di principi e raccomandazioni per la prevenzione del fenomeno.

NAME OF THE REVIEWING ORGANISATION:

Don Milani

I Am Not Scared Project
Copyright 2017 - This project has been funded with support from the European Commission

Webmaster: Pinzani.it